LÖWENGRUBE TRA LE PRIME CATENE IN PRIMA LINEA PER L’EMERGENZA COVID-19: CORAGGIO E CONDIVISIONE

Prima che il premier Conte estendesse all’Italia intera le più rigide misure di contenimento del contagio da Covid-19, con grande senso di responsabilità Lowen-Com ha proposto a tutta la rete degli affiliati la chiusura totale dei punti vendita, per tutelare il bene primario della salute delle centinaia di collaboratori e, al contempo, migliaia di clienti che frequentano con entusiasmo i nostri locali. La proposta dell’imprenditore Pietro Nicastro è stata condivisa con grande senso di responsabilità da tutti gli affiliati e, annunciata ufficialmente sui social, anche da numerosi clienti. La decisione ha riscosso grande attenzione e consenso anche da parte dei media. Il direttore del magazine Economy, Sergio Luciano, giornalista economico di lunga carriera, ha citato Löwengrube come un modello positivo, tra i più promettenti nel panorama del franchising.

Con la chiusura dei locali Löwengrube, tutti gli affiliati si sono adoperati per evitare che le scorte di cibo ormai acquistate andassero sprecate. Le derrate di alcuni punti vendita sono state donate alla Caritas o al Banco Alimentare. Molti locali hanno deciso di suddividere il cibo tra i dipendenti e le loro famiglie. Siamo orgogliosi di questo comportamento. Come sapete non stiamo mai fermi, e anche in queste settimane vogliamo che lo stop forzato sia un’occasione per impostare nuovi progetti da sviluppare in futuro. Un approccio sostenibile al nostro business è tra questi.

Ne hanno parlato, elogiando l’iniziativa: Horecanews , Retail&Food, Ristoranti